Bonet Copertina

Grande vita al re dei dolci: il Bonet!

Pochi ingredienti, ma tutti ricchi di gusto. Il Bonet (o Bunèt) nasce nel Monferrato, per poi espandersi in tutto il Piemonte, diventandone uno dei simboli. Il dolce al cucchiaio perfetto… non chiamatelo semplicemente budino!

Inizialmente non aveva il cacao!

Come sarebbe il Bonet senza il cacao? Per scoprirlo dovremmo fare un viaggio nel tempo fino al Diciassettesimo secolo. In quel periodo il cacao non era ancora diffuso come lo è oggi, ma il Bonet sì! Si può quindi dire che nei suoi primi anni il Bonet era una versione alternativa del Crème Caramel, oggi conosciuto come Bonet alla Monferrina. Ai classici ingredienti del crème caramel si aggiungevano gli amaretti, che ne cambiavano completamente il gusto.

Bonet Dolcealcucchiaio

Il nome Bonet si porta con sé due storie diverse. La prima, secondo la quale il nome deriva dalla teglia in rame nella quale veniva cotto, che a sua volta deve il suo nome al cappello dalla forma tondeggiante di origini piemontesi. La seconda storia vuole che questo dolce al cucchiaio debba il suo nome sempre al famoso cappello, ma non per via della sua forma, ma per via che, come il cappello che si indossa per ultimo prima di uscire, il Bonet chiude il pasto, per ultimo. Alla fine, si può dire che gira e rigira, c’entra sempre un cappello!

Il Bonet peró non deve il suo gusto unico solamente agli amaretti ed al cacao… deve dire grazie anche al Rum! Importato dal Sud America insieme al cacao, anch’esso è entrato direttamente nella ricetta di questo indimenticabile dolce Piemontese. Tuttavia ne esistono più versioni, come per ogni dolce! C’è chi aromatizza il latte con della vaniglia, chi con delle scorze di limone (chissà se ci stanno bene anche quelle di arancia!), chi aggiunge un po’ di caffè… insomma, come per ogni dolce tipico regionale, “Zona che vai, tradizione che trovi!”. E non trovate che sia una cosa magnifica?!?

Bonet Cacao

Bonet un dolce… da chapeau!

Il Bonet oggi supera i confini del Piemonte ed è amato ovunque, in ogni regione d’Italia! Veloce e semplice da fare, gustoso e perfetto per un fine pasto… come si fa a non amarlo?!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *