PercorsoPartigiano Copertina

Sentiero Partigiano: una passeggiata ad Angrogna!

Le Valli che ci circondano sono ricche di sentieri e vi regaleranno la possibilità di vedere dei panorami unici. Se siete amanti della montagna, questo Sentiero Partigiano fa per voi! E poi, con una piccola deviazione, potrete venire a trovarci!

8 tappe in 4 ore!

Potrete iniziare questo percorso dall’area parcheggio di Barma Fredda, lo stesso punto dal quale parte l’altro Percorso Partigiano, quello che tocca il Bagnau.

Da qui dovrete prendere la stradina a destra, quella che passa nel paese fino ad arrivare alla Chiesa Cattolica dedicata alla Madonna delle Grazie. Proseguirete poi lungo il sentiero che accompagna la strada sulla destra e raggiungerete Eyssart. Passerete sotto una grande struttura utilizzata come colonia. Da qui proseguirete sulla strada asfaltata, attraversando poi sulla destra il ponte della Lausa, prendendo così il sentiero che inizia a salire in mezzo ai boschi. Una deviazione a sinistra vi porterà ai casolari della Lausa, ancora tutt’oggi abitati. Proseguendo peró sul sentiero principale giungerete alla Coucetta, dove potrete vedere un vecchio forno comune ed una fontana.

PercorsoPartigiano Rifugio

Proseguendo lungo questo sentiero arriverete alla Ramà ed ad un bivio: a sinistra potrete raggiungere il Palai, dove vi è una casa costruita sotto una punta aguzza, conosciuta come Roccia della Gheisa. Qui trovarono rifugio alcuni partigiani, il Gruppo del Sap, durante la resistenza della Seconda Guerra Mondiale. Questo gruppo raggiunse questo casolare nel novembre del 1943, trovandone un rifugio nascosto e sicuro. Questo gruppo comunicava con quello del Bagnau, che si nascondeva poco distante.

Dopo questo salto nel passato dovrete tornare sul sentiero principale, continuando verso l’Embergeria. Qui potrete trovare un particolare alpeggio, che domina il territorio di Pra Del Torno. Superate le case vi troverete davanti a due percorsi: a sinistra potrete salire verso Sappè e Barfè, mentre a destra troverete una nuova ramificazione: quello che va verso l’alto vi porterà all’Alpe della Sella, mentre quello verso il basso vi porterà al Bec e fino al Sap. Arrivati al Sap potrete proseguire verso la stradina sterrata che porta a Pra del Torno, così da tornare a Barma Fredda, oppure il sentiero che porta ad Ariari all’Eissartet, per poi arrivare a Barma Fredda. Qui si concluderà la vostra gita, essendo tornati al punto di partenza.

Il Percorso Partigiano: un tuffo nel passato

Ogni percorso attorno al Rifugio Vaccera racconta un frammento di storia diverso, ma tutti insieme narrano un racconto unico. Scoprirli tutti è l’occasione di fare un salto nel passato, per scoprire qualcosa in più dei luoghi che ci circondano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *