TrustInFood copertina

Trust in Food: conoscere il cibo per amarlo

L’ambiente ha bisogno di noi, ora più che mai. Ma cosa possiamo fare, per dargli una mano, senza stravolgere in un solo istante tutte le nostre abitudini? Scoprite con noi Trust in Food e potrete fare la vostra parte, comodamente da casa!

Un’idea tutta Pinerolese!

Siamo abituati a vedere le idee più belle da lontano, come se solo oltreoceano ci fossero grandi menti geniali. Trust in Food ci insegna che non è così! Che anche i giovani italiani hanno idee grandiose, che possono cambiare il mondo attorno a noi. Tutto nasce grazie a Giorgio Rasetto, studente del Politecnico di Torino, che notò come nella mensa universitaria ci fossero moltissimi sprechi. E siamo sinceri, non solo lì ci sono tanti sprechi (purtroppo). Così cercò di capire dove fosse il problema, perché la gente è così tranquilla e serena nel buttare ciò che ci dona la terra. Si confrontò così con l’amico Daniele Rasetto, studente all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, ed insieme iniziarono a capire cosa non va: c’è poca informazione.

TrustInFood Ciboecosostenibile

Quando acquistiamo un prodotto, non ne conosciamo l’origine, il viaggio e l’impatto sull’ambiente. E non è nemmeno colpa nostra. Sono informazioni difficili da reperire, anche se le cose stanno iniziando a cambiare, in tutto il mondo. Ed i ragazzi dietro a Trust in Food stanno lasciando la loro impronta in questo lungo percorso.

Il loro progetto, da semplice idea, ha fatto un viaggio lungo quasi due anni. A Daniele ed a Giorgio si sono aggiunti altri 6 studenti universitari, ognuno con piccole, ma grandi idee! Questo percorso li ha portati a creare un primo portale dedicato alla vendita diretta, così che il produttore ed il consumatore si incontrino. E voi direte “Sì, ma questa cosa già si è vista da qualche parte!”, ed è vero, ma i ragazzi di Trust in Food non hanno solo messo in contatto le due realtà, bensì stanno facendo informazione!

Conoscere un prodotto, per poterlo amare

Siamo abituati ad acquistare, il più delle volte, senza pensare troppo. Ed un po’ sbagliamo, dobbiamo ammetterlo. Ecco perché Trust in Food può cambiare le nostre abitudini. Attraverso il loro sito web, infatti, potrete avere uno sguardo più approfondito sui produttori, sui loro prodotti e, soprattutto, su ciò che loro fanno per essere ecosostenibili. In questo modo, potrete acquistare con più consapevolezza, sapendo che anche voi state facendo la vostra parte!

TrustInFood produttorilocali

Ma può questo bastare per evitare gli sprechi? Di sicuro può dare una grande mano! I venditori che si affidano a Trust in Food, infatti, consegnano direttamente a casa dei compratori, permettendogli di fare una spesa più precisa. Sapendo che è possibile ordinare in qualsiasi momento, si potranno fare meno “scorte” così da evitare che i prodotti acquistati vadano a male. Sapere anche che alcuni prodotti vengono consegnati a casa, può aiutare ad evitare acquisti compulsivi durante la spesa, poiché si evita a prescindere un determinato reparto!

Ma soprattutto, grazie a questo sistema, potremo conoscere nuovi produttori a noi vicini, che magari ancora non avevamo avuto occasione di conoscere! Attualmente il progetto è in fase embrionale, i produttori che si sono affiliati sono “pochi”, ma questo è solo l’inizio! Andando avanti nei mesi, si aggiungeranno nuovi produttori, che vedranno in questo progetto qualcosa che veramente può cambiare il nostro modo di vivere il mondo del cibo. E sicuramente questo porterà ad un ampliamento del territorio sul quale Trust in Food oggi lavora! Tutti insieme, possiamo fare qualcosa di grande, anche se ci sembra piccolo!

Trust in Food: dal produttore al consumatore, con consapevolezza!

Acquistare direttamente dal produttore toglie di mezzo tanti passaggi e tanti viaggi della merce. Ci permette di avere un prodotto fresco e genuino, che sicuramente le grandi aziende non possono prometterci. Trust in Food cambia le carte in tavola e ci permette di fare un piccolo gesto che può cambiare le cose. Senza rinunciare ad uno dei piaceri della vita: mangiare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top